Tributario

Morosità, la clausola risolutiva esclude il prelievo sui canoni

di Giorgio Gavelli

È corretto il comportamento del contribuente che non dichiara (e non assoggetta a tassazione) il reddito derivante da canoni di locazione non riscossi, quando opera la clausola risolutiva espressa pattuita contrattualmente. Il principio, sempre più frequente nella giurisprudenza di merito, è stato espresso dalla Ctr Toscana 1160/25/2015 (presidente Giubilaro, relatore Coletta). A seguito della morosità del conduttore, il proprietario di un’unità immobiliare aveva notificato, invano, diversi atti di messa in mora. Nel contratto di locazione era presente ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?