Tributario

I documenti non sostituiscono il contraddittorio

di Gianluca Boccalatte

Le richieste di documenti non garantiscono il fondamentale diritto al contraddittorio. L’ordinamento tributario impone come necessaria l’instaurazione di un contraddittorio preventivo nella fase pre-accertamento. Tale obbligo non può ritenersi rispettato per il fatto che l’emissione dell’atto impositivo sia stata preceduta da più richieste di documenti rivolte dall’ufficio al contribuente. Questa la statuizione contenuta nella sentenza 1478/24/2015 della Commissione tributaria regionale di Milano (presidente Ceccherini; relatore Crisafulli). Nel proprio ricorso, la società – oltre a contrastare nel merito la pretesa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?