Penale

Maltrattamenti in famiglia, l’abitualità delle molestie non assorbe il reato di «lesioni»

Francesco Machina Grifeo

«Il delitto di maltrattamenti in famiglia si concreta nella sottoposizione dei familiari ad atti di vessazione continui e tali da cagionare agli stessi sofferenze, privazioni, umiliazioni che costituiscano fonte di uno stato di disagio continuo ed incompatibile con normali condizioni di esistenza». Lo ha stabilito il Tribunale di Campobasso, sentenza n. 129 del 05 aprile 2017, condannando a 15mesi di reclusione (pena sospesa) per «maltrattamenti» e «lesioni aggravate» un marito separato ma ancora convivente con la moglie. Per il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?