Penale

L’uso della scrittura privata falsa va depenalizzato e non costituisce più reato

di Giampaolo Piagnerelli

L'uso di scrittura privata falsa non rappresenta più reato. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 4951/2017. La Corte si è trovata alle prese con una vicenda in cui all'imputato erano stati contestati i reati di uso di atto falso e di tentata truffa. Il tutto perché in concorso con altre persone - rimaste peraltro ignote - avrebbe utilizzato artifizi e raggiri (consistiti nel fare uso di una scrittura privata relativa a una richiesta di inserzione sul Registro ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?