Penale

Bancarotta, non c'è dolo se si cerca di evitare il dissesto

di Patrizia Maciocchi

No alla condanna per bancarotta per operazioni dolose, dopo la chiusura del cinema multisala, se l’amministratore si è attivato per evitare un dissesto, frutto di una condotta imprudente. La Corte di cassazione, con la sentenza 533 depositata ieri, accoglie parzialmente il ricorso dell’amministratore di una serie di società rispetto alle quali viene confermata la responsabilità nella bancarotta patrimoniale distrattiva, in concorso con la moglie coimputata. I giudici della Quinta sezione penale annullano invece, con rinvio, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?