Civile

Vittime di mafia, più poteri sul fondo al giudice ordinario

di Giovanbattista Tona

La vittima di un reato di criminalità mafiosa ha un diritto soggettivo ad accedere al fondo di solidarietà e, se il ministero dell’Interno respinge l’istanza, può rivolgersi al giudice ordinario che può affermare l’esistenza di questo diritto anche disattendendo il provvedimento amministrativo e senza che sia necessario impugnarlo di fronte al giudice amministrativo. Lo afferma il Tribunale di Palermo (giudice Nozzetti) con la sentenza del 9 aprile scorso. Il principio, espresso dalla Cassazione con l’ordinanza 21306/2015, è stato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?