Penale

La giusta direzione in materia carceraria

di Claudio Castelli

I dati sul carcere sono davvero incoraggianti. È stata intrapresa una strada “costituzionale” in cui si vuole che la pena sia davvero rieducativa e questo in primo luogo in omaggio alla sicurezza dei cittadini, evitando nuove recidive. È la direzione della riduzione del sovraffollamento, pur tuttora esistente. È la direzione di un orientamento legislativo che ha aperto alle misure alternative al carcere (raddoppiate in breve tempo) e alla giustizia riparativa con istituti quali la messa alla prova. Anche ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?