Penale

Ingiusta detenzione, per gli interessi legali serve una domanda specifica

Francesco Machina Grifeo

No alla corresponsione degli interessi legali sulle somme corrisposte a titolo di equa riparazione per ingiusta detenzione in assenza di una formale e specifica richiesta della parte. Lo ha stabilito laCorte di cassazione, sentenza 1856/2016 , stabilendo che l'eventuale riconoscimento operato comunque dal giudice a quo deve ritenersi avvenuto ultra petita e dunque illegittimamente. La Corte di appello di Trento aveva, infatti, liquidato 672,21 euro, «oltre agli interessi legali dalla data del provvedimento al saldo», a titolo di riparazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?