Penale

Profughi siriani, non colpevole chi ne favorisce l'ingresso clandestino in Italia

Francesco Machina Grifeo

Non scatta il reato di «favoreggiamento all'immigrazione clandestina» per chi fa entrare in Italia un profugo siriano in pericolo di vita a causa della guerra civile in corso. Secondo il Gip del tribunale di Bari che ha assolto una coppia di cittadini britannici che aveva nascosto un extracomunitario nel bagagliaio dell'auto imbarcata sul traghetto di linea proveniente dalla Grecia, in questi casi va applicata la scriminante dell'aver agito in «stato di necessità». La stessa norma, l'articolo 54 del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?