Penale

I maltrattamenti in famiglia diventano stalking se continuano dopo la fine della convivenza

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Le condotte persecutorie poste in essere nei confronti dell'ex partner, già precedentemente vittima di episodi di maltrattamenti in famiglia, avvenute in epoca successiva alla cessazione della convivenza, non possono configurare il delitto di cui all'articolo 572 c.p. , bensì quello previsto dall'articolo 612-bis c.p. nella forma aggravata di cui al secondo comma, da ritenersi commesse in esecuzione di un medesimo disegno criminoso rispetto alle condotte commesse durante la relazione. Questa delucidazione sul rapporto tra i reati di maltrattamenti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?