Penale

Il pegno può limitare il sequestro

di Alessandro Galimberti

MILANO Il terzo in buona fede non ha una responsabilità oggettiva nei confronti del sequestro preventivo disposto dal Gip per il reato commesso dall’indagato. Il giudice, al contrario, deve sempre valutare la posizione del creditore rispetto a quella dell’indagato ai fini dell’efficacia della cautela, e regolare quindi di conseguenza le azioni ablative. Il principio è stato ribadito dalla Terza penale della Cassazione (sentenza 44010/15 , depositata ieri) decidendo sul ricorso di una banca che aveva diritto di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?