Penale

“Particolare tenuità del fatto” per l'episodica vendita di prodotti non freschi

Francesco Machina Grifeo

La messa in vendita di modeste quantità di alimenti non freschi, perché malamente conservati, può integrare quella «particolare tenuità del fatto» che, alla luce della recente novella legislativa, non permette la punibilità della relativa condotta. La Corte di cassazione, sentenza 40335/2015 , ha accolto il ricorso di un uomo condannato a 10mila euro di ammenda (nel 2014) perché in piena estate (il 22 luglio) deteneva sotto il sole alcune casse di pesce per finalità commerciali. I prodotti ittici erano ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?