Penale

Inammissibile l'atto d'impugnazione proposto dal pubblico ministero mediante Pec

di Giuseppe Amato

Allo stato, le modalità di presentazione e di spedizione dell'impugnazione, disciplinate dall'articolo 583 del Cpp e applicabili anche al pubblico ministero, sono tassative e non ammettono equipollenti, sicché è inammissibile l'atto d'impugnazione proposto dal pubblico ministero (nella specie, nei confronti di un provvedimento in materia di misure cautelari personali) mediante spedizione tramite posta elettronica certificata (Pec). Secondo i supremi giudici (sentenza n. 24332 del 2015) tale mezzo, non consentendo la trasmissione dell'atto scritto in originale e non ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?