Penale

Domiciliari negati, nell’istanza di sospensione il rigetto va motivato

di Enrico Bronzo

Il giudice che rigetta una richiesta di sospensione dell'esecuzione della pena per grave infermità, deve dare conto della scelta con una motivazione compiuta e non generica che consenta la verifica dei passaggi logici della scelta effettuata. Questa la massima che si può trarre dalla sentenza 23443 del 1° giugno 2015 della Corte di cassazione. La vicenda riguarda un detenuto - fine pena previsto nel 2019 - che nell’aprile 2014 chiede i ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?