Penale

Non è punibile la coltivazione di cannabis se la sostanza drogante è irrilevante

Non è punibile la coltivazione di cinque piantine di cannabis dalle quali si estrae un decimo di grammo di sostanza drogante. La Cassazione, pur ricordando che la coltivazione di stupefacenti è reato sia a livello industriale sia domestico, anche quando è finalizzata all’uso personale, afferma che spetta al giudice valutare nel caso concreto la lesività della condotta. I giudici escludono che possa ledere il bene giuridico protetto invasare piantine di cannabis dalle quali si estrae un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?