Penale

Sì alle aggravanti per il mago che truffa e abusa delle clienti

Francesco Machina Grifeo

Scatta il pieno di aggravanti per chi fingendosi un mago commetta violenza sessuale e truffi delle signore approfittando del loro stato di «disperazione». Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 5171/2015 , respingendo il ricorso di un uomo - che si faceva chiamare «mago Franco» - condannato a 5 anni e quattro mesi di reclusione. Via libera dunque alle aggravanti dei «motivi abietti» e della «minorata difesa», a causa della particolare condizione di «inferiorità psichica» delle vittime. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?