Penale

Contributi non versati, forma libera per la contestazione dell'Inps

Francesco Machina Grifeo

La contestazione da parte dell'Inps della violazione degli obblighi contributivi gravanti sul datore di lavoro è «a forma libera», per cui essa può avvenire anche a mezzo di raccomandata. Non è dunque necessario che la comunicazione presenti «i requisiti propri della notificazione». Ed anche il mancato ritiro e la «compiuta giacenza» possono costituire prova dell'avvenuta comunicazione dell'accertamento dell'omesso versamento. Lo ha stabilito laCorte di cassazione, sentenza 968/2015 , respingendo il ricorso di un imprenditore che lamentava il mancato rispetto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?