Penale

Il “phishing” si sanziona con l'accesso abusivo a sistema informatico e la frode informatica

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La condotta consistente nell'acquisire illecitamente i dati di una carta di debito prepagata per poi utilizzare il credito contenuto nella stessa carta per effettuare acquisti online viene comunemente definita “phishing”. Tale fattispecie non è tipizzata nel nostro ordinamento da un'apposita norma incriminatrice e viene sanzionata attraverso il ricorso al combinato disposto delle due diverse ipotesi delittuose dell'accesso abusivo ad un sistema informatico e frode informatica, previste rispettivamente dagli articoli 615-ter e 640-ter del codice penale . Lo ha ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?