Penale

Il vicesindaco che utilizza il cellulare d'ufficio a fini personali commette peculato d’uso

di Paola Rossi

L'utilizzo del telefono di servizio al di là delle finalità istituzionali concretizza il reato di peculato d'uso - e non la fattispecie “semplice” di peculato - con conseguente applicazione di sanzioni più leggere. Questa l'affermazione della Corte di cassazione nella sentenza n. 50944/14 relativa alla condanna in primo e secondo grado di un vicesindaco che con un copioso impiego del proprio cellulare aveva realizzato consumi con costi prossimi agli 11mila euro. Quest'ultimo aspetto è dirimente perché relativo al ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?