Penale

Giudici più severi sui «reati 2.0»

di Marisa Marraffino

Dopo anni di incertezze e cautele, la giurisprudenza sui reati commessi nel web si sta consolidando. E, sull’onda delle querele che negli ultimi anni hanno travolto le Procure, i giudici hanno sposato orientamenti più severi. La diffamazione - Tra i reati più comuni, c’è la diffamazione tramite social network aggravata dal «mezzo di pubblicità» utilizzato (articolo 595, comma 3, del Codice penale ) ma non dalla legge sulla stampa, come alcune Procure hanno ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?