Penale

È bancarotta la scissione che distrae i beni dal fallimento

di Antonino Porracciolo

Integra gli estremi della bancarotta fraudolenta (articolo 216 della legge fallimentare) la scissione che porta alla creazione di una società a cui sono attribuiti tutti i beni attivi di altra società fallita che non possa soddisfare per intero i propri creditori. Ad affermarlo è la sentenza 42272/2014 della Cassazione penale depositata ieri. Nel caso esaminato, i giudici di merito avevano ritenuto colpevole del reato di bancarotta fraudolenta l'amministratore di una Spa nata dalla scissione da una società poi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?