Penale

Nessun addebito se l'investimento del pedone era imprevedibile

Fabio Piccioni

Punctum pruriens della sentenza del Tribunale di Firenze del 14 aprile 2014 è stato quello di accertare la sussistenza di un comportamento colposo da parte del conducente. A tal fine l'indagine da compiere, involge l'analisi esegetica dell'articolato impianto normativo in materia di circolazione dei pedoni.Il pedone - colui che cammina a piedi - che utilizza la strada secondo la sua destinazione specifica (la circolazione) è, in quanto tale, soggetto ai doveri giuridici posti dal codice della strada (vedi articolo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?