Penale

Bancarotta preferenziale anche se il fine è «composito»

Francesco Machina Grifeo

Scatta la bancarotta preferenziale anche quando l'imprenditore pur cercando di salvare le sorti dell'azienda proceda comunque ad avvantaggiare alcuni creditori piuttosto che altri. La fattispecie, infatti, prevede il «dolo specifico» ma non «esclusivo» per cui ben si attaglia a condotte «composite». Lo ha stabilito laCorte di cassazione con la sentenza 32725/2014 . La vicenda - La vicenda riguardava un imprenditore del ramo food condannato per aver eseguito alcuni pagamenti «preferenziali», fra cui uno a se stesso per 36mila ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?