Penale

La rescissione del giudicato in caso di contumacia non scatta per le condanne già definitive

di Giovanni Negri

La rescissione del giudicato, introdotta da poche settimane per effetto della legge delega sulla riforma del sistema sanzionatorio (legge 28 aprile 2014 n. 67) non ha effetti retroattivi. Per la legge il condannato o il sottoposto a misura di sicurezza con sentenza passata in giudicato, nei cui confronti si è proceduto in contumacia per tutta la durata del processo, può chiedere la rescissione del giudicato se prova che l'assenza è stata dovuta a una incolpevole mancata conoscenza della celebrazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?