Penale

Ingiusta detenzione da riconoscere in assenza di «colpa grave»

Francesco Machina Grifeo

Fonte: Guida al Diritto Il risarcimento per ingiusta detenzione non può essere negato sulla base di «elementi fattuali vaghi e privi di univoco fondamento probatorio», dovendo al contrario fondarsi su «comportamenti concreti o specifici rivelatori di grave o macroscopica negligenza». Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 21598/2014 , annullando l'ordinanza che aveva rigettato l'istanza di un funzionario della motorizzazione civile posto ai domiciliari per dieci giorni perché accusato ingiustamente di aver manipolato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?