Parlamento e giustizia

Accordi possibili anche se non si passa all’anagrafe

di Angelo Busani

Che cosa succede se la convivenza non è registrata? Se è vero che in questo caso non pare possibile avvalersi del contratto tipico di convivenza di cui alla legge Cirinnà (che dovrebbe essere riservato ai conviventi “registrati”) non è comunque implausibile pensare, per costoro, a un contratto di convivenza “atipico”, con cui si giunga sostanzialmente ai medesimi effetti del contratto “tipico”: infatti, pattuendo una regola programmatica in base alla quale tutti gli acquisti compiuti durante la convivenza dovranno considerarsi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?