L'assemblea può sempre rivedere le decisioni

LA DOMANDA Un condominio delibera la nomina di un tecnico, anch'esso condomino, ma la maggioranza millesimale non sussisteva, sia pure per pochi millesimi. Un condomino, assente all'assemblea, con raccomandata fa notare tale vizio di annullabilità, e quindi l'amministratore, per evitare spese legali, convoca nuovamente l'assemblea per annullare la delibera e decidere nuovamente sul punto. corretto il comportamento dell'amministratore? Può l'assemblea annullare la delibera e ridiscuterne, oppure il condomino assente doveva impugnarla comunque davanti all'autorità giudiziaria? Infine, il tecnico, che è anche condomino del condominio, può essere nominato o vi è conflitto di interessi?




R. C. - PONTECORVO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?