Uso esclusivo e perpetuo di parti comuni

LA DOMANDA Nel condominio dove abito, costruito nel 1954, ci sono appartamenti a piano terra che hanno avuto in assegnazione una porzione di giardino in godimento perpetuo, a uso esclusivo e gratuito. Tali giardini fanno parte del cortile comune condominiale. Questa espressione d'uso viene riportata in ogni rogito succedutosi in fase di vendita/acquisto degli appartamenti nel corso degli anni.l'uso esclusivo perpetuo è trasmissibile? Per quanti anni? soggetto a decadenza? Essendo nel tempo state recintate queste porzioni di terreno con stuoie e reti, esse possono essere oggetto di usucapione?




D. C. - MILANO

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?