Il contratto di comodato non richiede trascrizione

LA DOMANDA Nel cambio di destinazione d'uso di un fondo (in affitto) da artigianale a commerciale, è previsto il posto auto che, in questo caso, viene concesso da un altro proprietario, diverso da quello del fondo; viene stipulato un contratto di comodato d'uso. Questo contratto deve essere trascritto e il Comune ci obbliga ad andare dal notaio; noi sosteniamo che lo può fare anche un altro pubblico ufficiale, come il segretario comunale o altro funzionario individuato dal sindaco, con minori spese, come prevede anche il Codice civile: chi ha ragione?




Antonio GAMBINI - CASCINA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?