Aumento dei radiatori e modifica della tabella

LA DOMANDA Un negozio che, per proprie esigenze, sin dall'origine ha il riscaldamento solo nel locale servizi (situazione codificata in tabella riscaldamento del regolamento contrattuale) provvede a installare i radiatori negli altri locali. Si vuole anche installare il sistema di termoregolazione/contabilizzazione nelle unità del condominio (eccetto due, da tempo distaccate dall'impianto centrale).Si ritiene che si debba:
a) modificare la tabella millesimale del riscaldamento;
b) stabilire la percentuale di spese riscaldamento da ripartire con la tabella millesimale (sub a) per tenere conto delle dispersioni. Se così è, qual è la maggioranza assembleare necessaria per approvare la nuova tabella riscaldamento (formulata per estrapolazione dall'esistente)? Ed è necessaria la sua trascrizione?Qual è la percentuale di spesa da ripartire in base ai millesimi, in assenza di diagnosi valutative? Inoltre, la spesa per l'installazione del sistema di termoregolazione e contabilizzazione del calore è ammessa al regime fiscale agevolato del 36/50 per cento?




Paolo Francesco PATRI - TORTONA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?