L'assegnazione del giudice impedisce l'usucapione

LA DOMANDA Due soggetti, marito e moglie, posseggono una abitazione che in precedenza veniva utilizzata dal figlio e la sua famiglia come abitazione principale, senza alcun contratto, solo con accordo verbale. Ora, a seguito della separazione del figlio dalla moglie, l'abitazione continua ad essere utilizzata da quest'ultima insieme ai figli, sempre senza alcun contratto, solo con accordo verbale. C'è il rischio che, decorsi 20 anni, l'utilizzatrice possa invocare l'acquisto per usucapione dell'abitazione? In sostanza, quali elementi concreti sono necessari perché si perfezioni un acquisto per usucapione?Preciso che l'Imu su tale abitazione viene pagata dai proprietari, che tale abitazione viene inserita solo nel quadro b del modello 730 dei proprietari, che le utenze sono invece intestate all'utilizzatrice.




S. G. - CAORLE

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?