Termovalvole: la delibera è vincolante per tutti

LA DOMANDA Nel 2011, il condominio in cui abito, ha proceduto alla sostituzione della caldaia centralizzata, installandone una nuova a condensazione. Con questa sono stati applicati ai radiatori anche i termoregolatori. Dall'anno successivo abbiamo avuto la contabilizzazione dei consumi. Tutti i condomini hanno acconsentito all'installazione dei termoregolatori eccetto uno (che è in realtà solo inquilino) e non ha neppure consentito l'accesso ai tecnici; il proprietario dell'appartamento del dissenziente ha comunque contribuito alle spese per la nuova caldaia, ma le valvole di termoregolazione non sono state installate nel suo appartamento. È un atto arbitrario? Come deve procedere l'amministratore o (l'azienda che fornisce il calore) al calcolo della contabilizzazione? Che criteri o principi deve usare? Nel primo anno del nuovo regime, con il metodo adottato dall'amministratore, il condomino dissenziente ha speso meno di altro appartamento a pari piano e con metratura inferiore. Che fare?




Alberto DE BIASI - VERBANIA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?