Le spese per la sanatoria dell'immobile venduto

LA DOMANDA Nel 1995 ho venduto un immobile; nel rogito si dà atto della presentazione della domanda di condono edilizio. Dopo circa 18 anni, il Comune mi richide per il perfezionamento della pratica di condono, ancora aperta, integrazione documentale, fra cui un costosa perizia tecnica, e il versamento di gravosi oneri vari. Mi potreste dire a chi spetta il pagamento: al venditore (soggetto richidente il condono) o al compratore, attuale proprietario dell'immobile oggetto di condono?




R. C. - AMEGLIA

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?