Comunitario e internazionale

Facebook elimini i falsi ma non diventi un giudice

di Carlo Melzi d’Eril e Giulio Enea Vigevani

Facebook mostra di voler contribuire alla eliminazione dei contenuti falsi o illeciti presenti sulla piattaforma, tuttavia le modalità con cui questo intento verrà realizzato rischiano di generare una responsabilità a suo carico. Con un lungo post, il fondatore di Facebook ha spiegato di volere contribuire a limitare il fenomeno delle notizie false diffuse anche attraverso il social network. Esiste già, ed è cosa nota, un meccanismo che consente, sia autonomamente attraverso l’utilizzo di algoritmi, sia a richiesta degli utenti, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?