Comunitario e internazionale

Corte Ue, la legge che riserva l’autentica al notaio è in linea con i principi comunitari

di Marina Castellaneta

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L’attività di autenticazione delle firme apposte sui documenti necessari a costituire o trasferire un diritto reale immobiliare può essere riservata ai notai. È questa la posizione dell’Avvocato generale della Corte di giustizia dell’Unione europea, Szpunar, che ieri ha depositato le sue conclusioni nella causa C-342/15(Piringer). Per l’Avvocato generale, le cui conclusioni non sono vincolanti ma spesso seguite dalla Corte, una legislazione nazionale, la quale impone che la certificazione dell’autenticità delle firme sugli atti necessari per la costituzione e il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?