Comunitario e internazionale

La libertà di stampa vince sulla privacy dei «vip»

di Marina Castellaneta

La vita privata passa in secondo piano se l’articolo pubblicato su un magazine contiene notizie di interesse pubblico. Prima di decidere una condanna per diffamazione, i giudici nazionali sono tenuti a valutare la preminenza, anche quando il giornalista diffonde notizie sulla vita privata di una persona pubblica, dell’interesse della collettività a ricevere un’informazione su una questione di rilievo generale. Lo ha chiarito la Grande camera, il massimo organo giurisdizionale della Corte europea dei diritti dell’uomo, nella sentenza depositata ieri ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?