Comunitario e internazionale

Soggiorno irregolare, la Corte di Giustizia Ue dice no al carcere

di Marina Castellaneta

La reclusione di un cittadino di un Paese terzo in una situazione di irregolarità, perchè rientrato nel territorio italiano, è incompatibile con il diritto Ue. Questa volta è l’Avvocato generale Szpunar della Corte di giustizia Ue (causa C-290/14) a rilevare il contrasto della normativa italiana sull’immigrazione con la direttiva 2008/115 sul rimpatrio di cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare. A chiedere l’intervento della Corte è stato il Tribunale di Firenze chiamato a decidere sul caso di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?