Comunitario e internazionale

Espulsione extracomunitari: diritto all'ascolto senza contraddittorio

Francesco Machina Grifeo

Prima di essere rimpatriato d'autorità, un cittadino di un paese terzo il cui soggiorno è irregolare ha il diritto di far sentire il «proprio punto di vista», mentre non vi è un obbligo dell'amministrazione di avvertirlo dell'intenzione procedere all'espulsione. Può farsi assistere da un avvocato sempreché ciò non «pregiudichi la procedura», ma non ha diritto al gratuito patrocinio, né può lamentarsi dell'eccessiva brevità dell'audizione. La Corte Ue, con la sentenza 11 dicembre 2014, Causa C-249/13 , precisa meglio la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?