Comunitario e internazionale

Extracomunitari, accertata l'irregolarità rimpatrio senza nuovo contraddittorio

Francesco Machina Grifeo

Una volta accertata l'irregolarità del soggiorno nella Ue, gli extracomunitari non hanno diritto ad essere nuovamente ascoltati in merito alla decisione di rimpatrio. Lo ha stabilito la Corte Ue, con la sentenza 5 novembre 2014, nella Causa C-166/13 . Il caso - La questione riguarda una cittadina ruandese a cui le autorità francesi avevano rifiutato la domanda d'asilo dopo una procedura durata 33 mesi. Alla fine del 2012, infatti, il prefetto di polizia di Parigi le ha negato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?