Comunitario e internazionale

Per i ritardi su chiusura e bonifica delle discariche illegali l'Italia rischia una maxicondanna

di Marina Castellaneta

Un'inerzia che dura dal 2007 e che deve essere sanzionata. Lo chiede l'Avvocato generale Kokott nelle conclusioni depositate ieri nella causa C-196/13 relativa all'inadempimento dell'Italia nell'esecuzione della sentenza del 2007 (C-135/05) relativa ai rifiuti. In quell'occasione la Corte di giustizia dell'Unione europea aveva accertato l'inadempimento italiano giudicando del tutto inefficace il sistema di smaltimento dei rifiuti. Sono passati 7 anni e l'Italia non ha eseguito la sentenza. Di conseguenza, la Commissione si è rivolta nuovamente alla Corte Ue chiedendo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?