Civile

Regime dei beni: vale la scelta fatta sull’altare

di Patrizia Maciocchi

La scelta della separazione dei beni, fatta in forma scritta davanti al sacerdote che celebra le nozze e alla presenza di due testimoni è valida, per i rapporti interni tra coniugi, anche se non viene annotata nell’atto di matrimonio trascritto nei registri dello stato civile. E per il cambio di regime non basta una dichiarazione unilaterale fatta davanti al notaio. La Corte di cassazione (sentenza 22594) accoglie il ricorso dell’ex moglie che rivendicava la proprietà esclusiva di un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?