Civile

Nessuna sospensione per l'avvocato che testimonia contro la ex cliente, se è subentrato un rapporto di amicizia

di Silvia Marzialetti

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Nessuna sospensione per l'avvocato che intervenga a processo per deporre contro una sua ex cliente, se questi è in grado di dimostrare che al rapporto professionale sia subentrata una frequentazione amicale.È il caso di un professionista di Milano (sentenza 22253 del 25 settembre 2017), sospeso due mesi dal Consiglio dell'Ordine per esser venuto meno ai doveri di lealtà nei confronti di una donna difesa, anni addietro, in un processo per stupefacenti. Essendo diventati amici, la ex cliente aveva preso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?