Civile

COMUNIONE - Cassazione n. 20283

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Per le spese di conservazione della cosa comune il codice civile, escludendo ogni rilievo dell'urgenza o meno dei lavori, prevede che il partecipante alla comunione (nel caso esaminato l'ex coniuge) che ha sostenuto spese necessarie per mantenere la cosa comune, per noncuranza degli altri compartecipi o dell'amministratore, ha diritto al rimborso solo se ha prima interpellato o perlomeno preavvertito gli altri partecipanti. Sono in caso di inattività di questi si può pretendere il rimborso. La Cassazione nega il diritto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?