Civile

Unioni civili e convivenze, vie diverse per lasciarsi

di Selene Pascasi

La geografia familiare italiana conta oggi un ventaglio di 7,2 milioni di nuovi nuclei che, tra libere unioni, single, monogenitori e famiglie ricostituite, rappresentano ormai un fronte alternativo alla coppia formata da marito e moglie. Contesto in seno al quale, sull’onda della giurisprudenza comunitaria e minorile, nasce la legge 76/2016(legge Cirinnà) con cui debuttano le unioni civili e trovano un minimo di disciplina i legami more uxorio registrati all’anagrafe. Vediamo, allora, quali sono le regole per dirsi addio ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?