Civile

Paziente danneggiato, se la cartella clinica è incompleta vale la presunzione

di Selene Pascasi

Se la cartella clinica è incompleta, il paziente danneggiato dal medico può ricorrere anche a presunzioni per provare lesione e nesso con la condotta del sanitario. Lo afferma il Tribunale di Palermo, con sentenza n. 3612 del 5 luglio 2017. A chiamare in causa la Asl, per ottenere il risarcimento del danno da responsabilità sanitaria, sono i genitori di un bimbo, nato da cesareo. Il piccolo, sottolinea il legale della coppia, aveva patito un'asfissia prenatale che gli aveva ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?