Civile

Filiazione Paternità provata anche con indizi

di Andrea A. Moramarco

Il rifiuto ingiustificato di sottoporsi alla prova del Dna, che consente di escludere o affermare con certezza pressoché assoluta il legame biologico tra soggetti, non ostacola l’accertamento del rapporto di filiazione. La paternità può essere provata con qualsiasi mezzo, anche con elementi indiziari plurimi, purché precisi, gravi e concordanti. Il Tribunale ha così dichiarato giudizialmente la paternità di un uomo, che aveva rifiutato il test del Dna, desumendola dalla relazione sentimentale intercorsa con la madre del richiedente e dal ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?