Civile

Equo indennizzo più basso rispetto alla Cedu se la posta in gioco non è rilevante

Giampaolo Piagnerelli

L'equo indennizzo spettante al cittadino per le eccessive lungaggini della giustizia può scostarsi dalle somme previste dalla Corte europea dei diritti dell'uomo. Il giudice in sostanza può ponderare la somma anche in base all'oggetto della controversia. Lo stabilisce la Cassazione con la sentenza n. 10887/2017. La vicenda - La Corte si è trovata alle prese con una domanda proposta ex lege 89/2001 di equa riparazione per violazione del principio di ragionevole durata dei procedimenti giudiziari. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?