Civile

Contratti dell’amministratore: necessario il mandato dei condomini se il bene non rientra tra le «parti comuni»

di Federico Ciaccafava

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il contratto con il quale l'amministratore di condominio intenda assumere l'obbligo dei partecipanti allo stesso di sostenere le spese relative ad un bene non rientrante tra le parti comuni, oggetto della proprietà dei titolari delle singole unità immobiliari, a norma dell'art. 1117 cod. civ., suppone uno speciale mandato conferito all'amministratore da ciascuno dei condomini, ovvero la ratifica effettuata da ciascuno. Lo ha ribadito la Corte di cassazione in una recente ordinanza (cfr., Cass. civ., Sez. VI, ordinanza 8 marzo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?