Civile

Se non si offende l’onore si può criticare il politico

di Selene Pascasi

Legittima la critica dell’operato di un politico, purché il giornalista non finalizzi l’articolo a colpirne la sfera privata con aggressioni verbali gratuite. Rispettato tale limite, a prevalere sul diritto all’onore e alla reputazione del personaggio pubblico sarà il diritto di critica. Lo precisa la Corte d’Appello di Roma, con la sentenza n. 6078 del 14 ottobre 2016. A muovere la questione, è la decisione di un senatore di citare, dinanzi al Tribunale, per diffamazione a mezzo stampa, i giornalisti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?