Civile

Il curatore fa causa come il fallito

Il curatore fallimentare che agisce in giudizio per la restituzione di una somma corrisposta indebitamente prima dell’apertura della procedura non agisce in sostituzione dei creditori al fine della ricostruzione del patrimonio originario del fallito; in veste processuale di terzo esercita un’azione rinvenuta nel patrimonio di quest’ultimo ponendosi nella sua stessa posizione sostanziale e processuale ovvero in quella che egli avrebbe avuto agendo in proprio per acquisire poste di sua spettanza già prima del fallimento, a prescindere dal dissesto. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?